Quando Dio Nasconde il Suo Volto

da: Terry Mason, Vice-Sviluppo Internazionale

Stampa, PDF e-Mail

ostill/.com

Recentemente mia moglie, Robbie, e ho smesso di ordinare da asporto, tornando a casa una sera. Mentre aspettavamo i nostri hamburger, il giovane rabbino che lavorava al bancone ci impegnava in una conversazione. Ci ha chiesto da dove venivamo e gli abbiamo detto che vivevamo nel quartiere. “Per quanto tempo avete intenzione di rimanere a Gerusalemme?”Abbiamo risposto,” a Dio piacendo, molto tempo!”La sua risposta immediata fu:” Beh, Mashiach (Messia) sta arrivando, sai, e lo sarà presto!”Una scintilla di speranza e di anticipazione riempì i suoi occhi.

Abbiamo regolarmente tali interazioni con gli israeliani o ascoltiamo conversazioni simili mentre le persone parlano tra loro sull’autobus o nei caffè. Gli ebrei in Israele oggi parlano apertamente e regolarmente dell’imminente arrivo del Messia. Dopo secoli di difficile attesa, il popolo ebraico sta leggendo i segni. Come Dio profetizzò molto tempo fa attraverso i profeti, e saggi ebrei hanno confermato, Dio sembra aver nascosto il Suo volto al popolo ebraico per un certo tempo, ma ora Si sta facendo conoscere per amore del Suo nome. Dio promise anche una grande restaurazione per il Suo popolo, e che tutte le nazioni della terra sarebbero state benedette per mezzo loro. Come possiamo noi, come cristiani, partecipare con Dio mentre ristabilisce il Suo popolo?

Hester Panim

Piotr Tomicki/. com

Quando Dio nasconde il Suo volto è indicato come hester panim (ה התיר אנים). La radice di hester è satar, che significa ” nascosto.”È usato sia letteralmente che figurativamente nelle Scritture. Panim significa faccia. David Nekrutman, un ebreo ortodosso e direttore esecutivo del Centro per la comprensione cristiana ebraica e la cooperazione, insegna che “nascosto” è un importante concetto teologico nel Tanakh–Gen.-Mal.). Vediamo numerosi casi in cui Dio nasconde il Suo volto al Suo popolo, ed è importante esplorare perché.

Dio nasconde il Suo volto per due ragioni. Nekrutman dice che la ragione più comune è il peccato (sia personale che comunale). Dio desidera la relazione, ma è anche santo e non può tollerare il peccato tra il Suo popolo. In Deuteronomio 31: 17-18, Egli dice: “Allora la Mia ira sarà suscitata contro di loro in quel giorno, e io li abbandonerò, e nasconderò la Mia faccia da loro, ed essi saranno divorati. E molti mali e afflizioni si abbatteranno su di loro, così che diranno in quel giorno: ‘Questi mali non sono forse venuti su di noi perché il nostro Dio non è in mezzo a noi? In quel giorno nasconderò la Mia faccia a causa di tutto il male che hanno fatto, in quanto si sono rivolti ad altri dèi.”

“Per la LORD…is misericordioso e misericordioso, e non distoglierà il Suo volto da te se tornerai a Lui.”(2 Chronicles 30:9) Foto: CHOATphotographer/. com

Perché Dio vuole relazione Egli cederà e girare la faccia di nuovo al Suo popolo. 2 Cronache 30: 9 afferma: “Se ritornerete al Signore, i vostri fratelli e i vostri figli saranno trattati con compassione da coloro che li condurranno in cattività, affinché possano tornare in questo paese; poiché il Signore vostro Dio è misericordioso e misericordioso, e non si allontanerà da voi se ritornerete a Lui.”

Secondo Nekrutman, la seconda ragione per cui Dio nasconde il Suo volto è di realizzare i Suoi propositi. Spesso quando Dio nasconde il Suo volto a un individuo o a una nazione, è per renderli consapevoli del loro bisogno di Lui ancora una volta—per attirarli di nuovo a Se stesso. Durante i tempi di hester panim, Dio è ancora immanente e opera tra il Suo popolo. La Sua luce e la Sua voce possono sembrare oscurate, ma non sono mai completamente assenti. È necessario un cuore pentito per ricongiungersi con Lui. Nekrutman aggiunge: “È la speranza e la promessa della restaurazione che una volta iniziato il pentimento, Dio volgerà il Suo volto al Suo popolo” (2 Cron. 30:9). Dio può essere indotto, per così dire, a riprendere il Suo impegno attivo con il mondo dell’uomo.

Il saggio ebraico Rava (c. DC 280-352) ha insegnato che, “Arriva il momento, tuttavia, quando Dio si ritira; quando la Sua mano nel mondo non è più aperta e Lui orchestra gli eventi da dietro uno schermo.”Il rabbino ortodosso Shmuel Goldin dà un esempio storico. “Sia l’era patriarcale che l’era nazionale della storia ebraica si aprirono con una comunicazione chiara e diretta tra Dio e l’uomo. Tuttavia, in ognuna di queste epoche si raggiunge un punto in cui la profezia viene messa a tacere e Dio si tira indietro per permetterci di trovare la nostra strada. Proprio come un genitore deve lasciare andare la mano del bambino se un bambino deve imparare a camminare da solo, così anche Dio si ritira e ci sfida a determinare il nostro cammino.”Goldin continua a fare una domanda personale. “Vivere in un tempo in cui Dio è ‘nascosto’ significa affrontare una prova che trascende la prova del Sinai. Quando il tuono, il fulmine e lo shofar del libro di Shmot (Esodo) tacciono; quando siamo costretti a trovare e apprezzare l’esistenza di Dio nei tranquilli miracoli che ci circondano ogni giorno, è allora che inizia veramente la sfida matura.”

Nonostante i tempi di hester panim, quando Dio nasconde il Suo volto per vari motivi, non abbandona mai il Suo popolo Israele; anzi non può. Geremia 33:25-26 afferma: “Così dice il Signore: ‘Se il Mio patto non è con il giorno e la notte, e se non ho stabilito le leggi del cielo e della terra, allora io rigetterò i discendenti di Giacobbe e Davide Mio servo For Perché farò tornare i loro prigionieri, e avrò pietà di loro'” (vedi anche Ger. 31:35, 36). Questo mi ricorda le parole dell’apostolo Paolo in Romani 11: 1-2 quando afferma: “Allora dico: Dio ha gettato via il Suo popolo? Certamente no! Poiché anch’io sono israelita, della stirpe di Abramo, della tribù di Beniamino. Dio non ha gettato via il Suo popolo che Ha preconosciuto… ”

Molti cristiani insegnano che c’è stato un esteso hester panim tra Dio e il Suo popolo eletto dalla distruzione del Secondo Tempio nel 70 d.C. Questo doveva portare i propositi di Dio per le altre nazioni del mondo. Di conseguenza alcuni insegnano ancora che Dio ha respinto il popolo ebraico e li ha sostituiti con la chiesa; ma questa dottrina della teologia di sostituzione è un falso insegnamento basato sull’antisemitismo. Con occhi di fede possiamo vedere che Dio sta ancora adempiendo le Sue promesse profetiche riguardo al popolo di Israele-e il popolo ebraico sta prendendo nota dei segni. La loro attesa di redenzione è palpabile.

Nella nostra generazione

www.GoIsrael.com

Quali sono i segni che il popolo ebraico sta indicando? Quali profezie si sono adempiute durante la nostra vita? E cosa dice Dio sul perché sta adempiendo la Sua parola? In Ezechiele 36: 22-23 Dio ci dice che agisce per il bene della Propria reputazione; per rivendicare la santità del Suo grande nome—in modo che tutte le nazioni conoscano che Egli è il Signore.

Israele di nuovo nazione in un giorno

” Chi ha sentito una cosa del genere? Chi ha visto queste cose? Una terra può nascere in un giorno? Può una nazione essere generata tutto in una volta? Non appena Sion travaglio, ha anche portato avanti i suoi figli ” (Isa. 66: 8 NASB).

Vincere le guerre contro enormi probabilità

In tutte le sue principali guerre dall’indipendenza, Israele ha affrontato probabilità schiaccianti. Più e più volte, coloro che hanno attaccato la piccola nazione credevano che avrebbero invaso e farla finita con Israele. Tuttavia, Dio promise di combattere per il Suo popolo. Isaia 49:25 dice: “Ma così dice il Signore:’ Anche i prigionieri dei potenti saranno portati via, e la preda del terribile essere liberato; per io contenderò con colui che contende con voi,e io salverò i vostri figli.'”

Il popolo ebraico di ritorno alla terra da tutto il mondo

“Perché io ti prenderò di mezzo alle nazioni, ti raccoglierò da tutti i paesi e ti farò entrare nel tuo paese” (Ezec. 36:24) . Dal 1948, un totale di 3,6 milioni di ebrei hanno fatto aliyah (immigrato) in Israele da oltre 90 paesi. Infatti la profezia di Geremia, si sta compiendo ogni giorno: “Perciò, ecco, i giorni vengono”, dice il SIGNORE, “che non si potrà più dire, ‘Come vive il SIGNORE che ha fatto uscire i figli d’Israele dal paese d’Egitto, ma’, Come vive il SIGNORE che ha presentato e portato i discendenti della casa d’Israele dal paese del settentrione e da tutti i paesi dove ho avuto li ha guidati.’E abiteranno nel loro paese” (Ger. 23:7–8).

La città in rovina, in fase di ricostruzione e la fecondità di ritorno alla Terra

DKirchevel/bridgesforpeace.com

Quando il profeta Isaia chiesto a Dio come avrebbe nascondere il Suo volto, Dio rispose: “Fino a che le città siano devastate, senza abitanti, le case senza un uomo, la terra è completamente desolato, il SIGNORE abbia allontanato la gente e i derelitti, i posti sono molti in mezzo alla terra” (Isa. 6:11–12). Per secoli la Terra rimase desolata. Quando l’autore americano Mark Twain visitò nel 1867, questa era la sua descrizione: “Di tutte le terre che ci sono per il paesaggio triste, penso che la Palestina deve essere il principe. Le colline sono sterili, sono opache di colore, sono unpicturesque in forma. Le valli sono deserti sgradevoli orlati da una vegetazione debole che ha un’espressione su di esso di essere doloroso e despondent…It è una terra senza speranza, triste,con il cuore spezzato.”Il tempo della sterilità e del travaglio fu lungo e doloroso sia per il popolo che per il Paese stesso. Tuttavia, attraverso i profeti, Dio ha anche promesso una restaurazione.

Artista1704/.com

“Ma voi, o monti d’Israele, germoglierete i vostri tralci e darete il vostro frutto al Mio popolo Israele, perché sta per venire. In verità io sono per voi, e mi volgerò a voi, e sarete coltivati e seminati. Moltiplicherò gli uomini su di voi, tutta la casa d’Israele, tutta la casa; le città saranno abitate e le rovine ricostruite. Io moltiplicherò su di voi uomini e bestie, ed esse cresceranno e partoriranno; vi farò abitare come in passato, e farete meglio per voi che ai vostri inizi. Allora saprete che io sono il SIGNORE ” (Ezec. 36:8–11). Quando il moderno Stato di Israele iniziò nel 1948, c’erano 806.000 residenti. Nel 2014 la popolazione era aumentata a 8.300.000.

Artist1704/. com

“Il deserto e la terra desolata si rallegreranno per loro, e il deserto si rallegrerà e fiorirà come la rosa; fiorirà abbondantemente e si rallegrerà, con gioia e canti. Le sarà data la gloria del Libano, l’eccellenza del Carmelo e di Sharon. Essi vedranno la gloria del Signore, l’eccellenza del nostro Dio ” (Isa. 35:1, 2).

“Poiché il SIGNORE consolerà Sion, consolerà tutti i suoi luoghi deserti; renderà il suo deserto come l’Eden, e il suo deserto come il giardino del Signore; in esso si troveranno gioia e letizia, rendimento di grazie e voce di melodia” (Isa. 51:3).

Israele è uno dei pochi paesi ad entrare nel 21 ° secolo con un netto aumento della forestazione. Circa 240 milioni di alberi sono stati piantati in Israele dal 1948. Oggi Israele produce il 95% del proprio fabbisogno alimentare. Nel 2013, le esportazioni di frutta e verdura fresca di Israele ammontavano a $1.2 miliardi, circa un aumento del 10 per cento rispetto all’anno precedente.

Le nazioni che prestano sostegno

“I figli degli stranieri edificheranno le vostre mura e i loro re vi serviranno.” (ISA. 60:10)

Dio ha fatto una grande opera all’interno della Sua chiesa negli ultimi 20-30 anni, come ha rivelato i fondamenti ebraici del cristianesimo. Un numero senza precedenti di cristiani sta realizzando l’ebraicità di Gesù, abbracciando le loro radici ebraiche e sostenendo Israele. Oggi molti ebrei cominciano a notarlo e a vederlo come un adempimento della profezia di Zaccaria.

“Così dice il Signore degli eserciti: “Verranno ancora popoli, abitanti di molte città; gli abitanti di una città andranno in un’altra, dicendo:” Continuiamo ad andare a pregare davanti al Signore e a cercare il SIGNORE degli eserciti. Io stesso andrò anche.”Sì, molti popoli e nazioni forti verranno a cercare il Signore degli eserciti a Gerusalemme, e a pregare davanti al Signore.”Così dice il SIGNORE degli eserciti: ‘In quei giorni dieci uomini di ogni lingua delle nazioni afferreranno la manica di un uomo ebreo, dicendo: “Andiamo con voi, perché abbiamo udito che Dio è con voi” ‘” (Zacc. 8:20–23).

Il turismo in Israele continua ad aumentare ogni anno. Secondo un articolo del Times of Israel, 3,5 milioni di persone hanno visitato Israele nel 2013. Di questo numero, i cristiani erano il gruppo più numeroso con il 53%, seguiti dagli ebrei con il 28%. Il sostegno cristiano a Israele viene riconosciuto e apprezzato a tutti i livelli della società israeliana. Quando i cristiani vengono a visitare Israele e sono solidali con il popolo ebraico, l’atto da solo la dice lunga.

Isaia 49:22 dice: “Così dice il Signore DIO: Ecco, Io alzerò la Mia mano in giuramento alle nazioni, e stabilirò la Mia bandiera per i popoli; essi porteranno i tuoi figli nelle loro braccia, e le tue figlie saranno portate sulle loro spalle.'”

Di nuovo Isaia dice:” I figli degli stranieri edificheranno le tue mura, e i loro re ti serviranno; poiché nella Mia ira ti ho colpito, ma nel Mio favore ho avuto pietà di te ” (Isa. 60:10).

L’anno scorso 135 volontari hanno servito con Ponti per la Pace in Israele da 15 nazioni. I volontari prestano servizio in vari ruoli, tra cui l’imballaggio di pacchi alimentari, la riparazione di case e strutture, l’amministrazione, le pubblicazioni e molte altre posizioni qualificate. Vengono con uno scopo: benedire Israele!

Ancora da soddisfare

Controlla Danil Vitalevich/.com

Mentre è emozionante realizzare tutte le profezie bibliche che si stanno adempiendo nella nostra generazione, c’è anche molto da guardare al futuro well e possiamo prendere parte attiva nel vederlo giungere a compimento. C’è un principio spirituale che il restauro avrà luogo prima nel regno fisico, poi in quello spirituale. 1 Corinzi 15: 46 afferma: “Tuttavia, lo spirituale non è prima, ma il naturale, e dopo lo spirituale.”

Vediamo questo principio espresso chiaramente in Ezechiele 36: 24-28: “Poiché io ti prenderò di fra le nazioni, ti raccoglierò da tutti i paesi e ti farò entrare nel tuo paese. Allora io spruzzerò su di voi acqua pura, e sarete puri; io vi purificherò da tutta la vostra sporcizia e da tutti i vostri idoli. Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi uno spirito nuovo; toglierò dalla vostra carne il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne. Metterò il Mio Spirito dentro di voi e vi farò camminare nei Miei statuti, e osserverete i Miei giudizi e li metterete in pratica. Allora abiterete nel paese che ho dato ai vostri padri; tu sarai il Mio popolo e Io sarò il tuo Dio.”

Dio disse che prima avrebbe radunato il popolo ebraico nella Terra, poi, a Suo tempo, li avrebbe restaurati spiritualmente. La grande raccolta profetizzata tanto tempo fa sta accadendo ogni giorno davanti ai nostri occhi. Dio sta facendo questo per amore del Suo nome (Ezec. 20: 44) e per adempiere la Sua promessa di benedire tutti i popoli della terra attraverso il popolo ebraico (Gen. 12:3; 18:18; 22:18; 26:4; 28:14).

www.iStock.com

Questa grande promessa è ribadita in Geremia 31:31-34. “Ecco, i giorni vengono, dice il SIGNORE, quando farò un nuovo patto con la casa d’Israele e con la casa di Giuda—non come il patto che feci con I loro padri il giorno che li presi per mano per condurli fuori dal paese d’Egitto, la Mia alleanza che essi hanno violato, anche se ero un marito per loro, dice il SIGNORE. Ma questo è il patto che farò con la casa d’Israele dopo quei giorni, dice il Signore: metterò la Mia legge nella loro mente e la scriverò nei loro cuori; io sarò il loro Dio ed essi saranno il Mio popolo. Ogni uomo non insegnerà più al suo prossimo e ogni uomo al suo fratello, dicendo: “Conosci il Signore”, perché tutti Mi conosceranno, dal più piccolo al più grande di loro, dice il Signore. Poiché io perdonerò la loro iniquità, e il loro peccato non mi ricorderò più.”

Il popolo ebraico è stato, e viene, riportato fisicamente, e la Terra viene restituita ad abbondante fecondità. Ora attendiamo la redenzione finale del mondo che Dio ha promesso. Molti degli immigrati che vengono in Israele provengono da paesi che negano l’esistenza di Dio. Per generazioni fu loro proibito di studiare la Bibbia o praticare la loro fede. Di conseguenza, non hanno un’esperienza di base della Parola di Dio e dell’osservanza delle Sue vie. Stanno tornando nella loro antica patria, chiamati dallo Spirito di Dio, a causa della persecuzione e della mancanza di opportunità. Mentre l’antisemitismo aumenta rapidamente in tutto il mondo, sempre più ebrei stanno tornando fisicamente in Israele mentre Dio pone le basi per il Suo restauro finale del mondo.

Conclusione

Quindi, come possiamo collaborare efficacemente con Dio in tutto ciò che Egli sta facendo in questi giorni epocali? Pregate con fervore che lo spirito dei figli di Issacar sia riversato di nuovo su tutti coloro che seguono veramente l’Unico Vero Dio d’Israele, sia ebrei che cristiani. 1 Cronache 12: 32 dice che al tempo dei prodi del re Davide, i figli di Issacar comprendevano i tempi e conoscevano ciò che Israele doveva fare. Pregate per Israele e per il popolo ebraico mentre il Signore adempie le Sue profezie in mezzo a loro. E pregate che Dio compia la Sua opera di redenzione finale per tutti i popoli della terra.

Puoi anche sostenere una famiglia di immigrati fino a quando non possono imparare l’ebraico e stabilirsi in Israele. Il primo anno è fondamentale per la maggior parte degli immigrati. Fino a quando non possono ottenere stabilito e trovare lavoro, è molto difficile per loro per sbarcare il lunario. Purtroppo, alcuni finiscono per lasciare Israele, spesso tornando in luoghi che sono sempre più insicuri.

Un altro modo per unirsi a Dio in ciò che sta facendo oggi è fare volontariato in Israele. Siate un esempio per il popolo ebraico che vede la vostra presenza in mezzo a loro portare benedizione e sostegno a nome della chiesa. Il tempo è breve. La chiesa ha bisogno di leggere correttamente i segni, alzarsi e unirsi a Dio in ciò che sta adempiendo per il Suo nome. Fatevi coinvolgere e contribuire a rendere il Suo nome glorioso tra tutti i popoli della terra.

Bibliografia

Goldin, Shmuel. Sbloccare il testo della Torah-Shmot. Gerusalemme: Casa editrice Gefen, 2008.

Nekrutman, David. “Hester Panim Nell’Antico Testamento” – documento di ricerca inedito. Centro per<br > Comprensione e cooperazione ebraica cristiana, Ephrata, Israele, 2014.

Jerusalem Post – Pubblicato 02-05-14 http://www.jpost.com/Enviro-Tech/Israeli-produce-delegation-heads-to-Berlin-in-search-of-European-buyers-340378

Times of Israel-Pubblicato 01-10-14 http://www.timesofisrael.com/2013-record-year-for-tourism-government-says/

Twain, Mark. Innocenti all’estero, Mark Twain visita la Palestina nel 1867.

http://www.shechem.org/machon/mtwain/56.htm

http://en.wikipedia.org/wiki/Aliyah

http://www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/Society_&_Culture/Population_of_Israel.html

http://www.kkl.org.il/eng/files/forests/afforestation-israel/UNFF-Afforestation-Israel.pdf

da: Terry Mason, Vice-Sviluppo Internazionale ostill/.com Recentemente mia moglie, Robbie, e ho smesso di ordinare da asporto, tornando a casa una sera. Mentre aspettavamo i nostri hamburger, il giovane rabbino che lavorava al bancone ci impegnava in una conversazione. Ci ha chiesto da dove venivamo e gli abbiamo detto che vivevamo nel quartiere. “Per quanto…

da: Terry Mason, Vice-Sviluppo Internazionale ostill/.com Recentemente mia moglie, Robbie, e ho smesso di ordinare da asporto, tornando a casa una sera. Mentre aspettavamo i nostri hamburger, il giovane rabbino che lavorava al bancone ci impegnava in una conversazione. Ci ha chiesto da dove venivamo e gli abbiamo detto che vivevamo nel quartiere. “Per quanto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.