” Persepolis “Vietato nelle scuole pubbliche di Chicago

La scorsa settimana, il romanzo grafico best-seller” Persepolis ” è stato rimosso dalle liste di lettura delle scuole medie e superiori di Chicago.

Questa settimana, una portavoce del sistema scolastico ha affermato che la parola “censura” era inappropriata, in quanto gli insegnanti potevano ancora assegnare il libro purché fossero disposti a sedersi in una classe su come insegnare tale “materiale sensibile”. Queste classi extra sembrano progettate per creare un incentivo contro l’assegnazione di “Persepolis”.

La graphic novel, scritta da Marjane Satrapi, è un racconto autobiografico della crescita in Iran durante la caduta dello Scià e la conseguente rivoluzione. Funzionari sconosciuti di Chicago dichiararono che le scene di tortura del libro erano inappropriate per gli studenti, nonostante l’approvazione schiacciante del libro da parte degli studenti.

Gli studenti di Chicago erano schietti nella loro disapprovazione di bussare “Persepolis” dalle loro scuole. “Il libro in realtà ci dice cosa è successo durante la rivoluzione iraniana”, ha detto uno. Un altro ha osservato che “la verità del libro non è molto diversa da quella che i bambini vedono nei loro quartieri ogni giorno.”

” Pensano che i bambini siano stupidi”, ha osservato Satrapi in un’intervista sul divieto. “Non sono bambini. I bambini non sono stupidi.”Satrapi stessa ha assistito agli episodi raffigurati di tortura e violenza da giovane, della stessa età degli studenti che sarebbero stati colpiti dal divieto.

L’ironia di una narrazione incentrata su una dittatura che censurava incessantemente i suoi cittadini che venivano banditi è scomodamente chiara a quasi tutti, ad eccezione ovviamente dei funzionari censori che hanno vietato il testo in primo luogo.

Immagine

La scorsa settimana, il romanzo grafico best-seller” Persepolis ” è stato rimosso dalle liste di lettura delle scuole medie e superiori di Chicago. Questa settimana, una portavoce del sistema scolastico ha affermato che la parola “censura” era inappropriata, in quanto gli insegnanti potevano ancora assegnare il libro purché fossero disposti a sedersi in una classe…

La scorsa settimana, il romanzo grafico best-seller” Persepolis ” è stato rimosso dalle liste di lettura delle scuole medie e superiori di Chicago. Questa settimana, una portavoce del sistema scolastico ha affermato che la parola “censura” era inappropriata, in quanto gli insegnanti potevano ancora assegnare il libro purché fossero disposti a sedersi in una classe…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.